C

 HOME  scrivi a: info@cefalusport.it

 AUTOMOBILISMO 2021  
Automobilismo 2009  - Automobilismo 2010 -
TARGA FLORIO 2010 -  Automobilismo 2011
Automobilismo 2012 - Automobilismo 2013 - Automobilismo 2014 -  Automobilismo 2015
Automobilismo 2016 -
Automobilismo 2017 - Automobilismo 2018
- Automobilismo 2019-
Automobilismo 2020

08/05/21. Basso – Granai su Skoda alzano la 105^ Targa Florio
 
Neuville – Wydaeghe su Hyundai i20 si aggiudicano la gara WRC. Grandi sfide per 10 PS concluse appena prima del Traguardo a Termini Imerese hanno infiammato la competizione organizzata dall’Automobile Club Palermo 3° round del Campionato Italiano Rally Sparco, alle spalle dei vincitori  l’irlandese Breen su Hyundai e De Tommaso su Citroen. Successo per Da Zanche – De Luis su Porsche nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche, mentre Lombardo – Spanò su Peugeot vincono il round d’apertura della Coppa Rally di 8^ Zona. 

Tornando alla gara del CIR Sparco  alla fine hanno detto: -“Non so descrivere l’emozione di aver vinto la Targa Florio e portarla nel mio Comune Cavaso del Tomba – ha esclamato un emozionato Basso – ho vinto contro Craig e questo rende ancora più esaltante questo risultato ottenuto in Sicilia”-.
 

-“Una gara splendida, sono molto contento – è stata la commossa dichiarazione di Breen – è bello essere qui”-.

Cerimonia del podio per tutte e quattro le classifiche al Belvedere di Termini Imerese, dove ad applaudire i vincitori con il Presidente dell’Automobile Club Palermo Angelo Pizzuto, sono stati i rappresentanti della città. Daniele Settimo Delegato/Fiduciario ACI Sport Sicilia e Presidente della Commissione Rally, presente all’intera gara, ha sottolineato più volte l’eccellente livello del Campionato Italiano Rally Sparco.

Per il CIR Sparco nove prove disputate con la 9 in trasferimento per tutti dopo l’uscita di Albertini, mentre un contatto con il guard rail di Bottarelli su Citrone sull’ultimo crono, ha determinato i tempi imposti per i Concorrenti che seguivano. Otto su nove per il tricolore Autostoriche, con la PS 9 annullata per motivi di sicurezza.

A ridosso del podio altro equipaggio ACI Team Italia quello formato dal fiorentino Tommaso Ciuffi e dal piemontese Nicolò Gonella, che hanno proseguito il proficuo apprendistato sulla Skoda Fabia R5 con la rimonta sul finale, nonostante un errore nel secondo giro di prove. In quinta piazza gli idoli di casa Totò Riolo e Maurizio Marin, di nuovo insieme ma per la prima volta sulla Volkswagen Polo GTI hanno chiuso sempre sul ritmo dei migliori. Sesta piazza finale per il toscano Rudi Michelini che tornato sulla Volkswagen Polo GTI R5 è risuscito ad avere la meglio sul veneto Marco Signor, decisamente aggressivo e 7° alla fine anche lui sulla Polo, come il pavese Giacomo Scattolon che con l’8 piazza ha pagato il debito di familiarità con le strade siciliane ed ha preceduto sul traguardo i palermitani Alessio Profeta e Sergio Raccuia, altro due di ACI Team Italia che ha festeggiato con la nona posizione la buona gara di casa, davanti all’altro siciliano Marco Pollara su Citroen C3.

Successo siciliano tra le trazioni anteriori per i cefaludesi Marco Runfola e Corinne Federighi che hanno preso immediatamente un buon ritmo sulla Renault Clio R3C. Pieno di punti nel Campionato Italiano Rally 2 Ruote Motrici per il toscano Christopher Lucchesi, dominatore della serie su Peugeot 208 Rally4. Apprezzato l’esordio mondiale della nuova Renault Clio Rally4 affidata al pluri campione Paolo Andreucci, che ha capitalizzato i dati acquisiti sui primi Km al volante della nuova auto, poi dopo la 7^ PS una noia meccanica lo ha costretto allo stop anticipato.

Anche nella Suzuki Rally Cup agonismo alle stelle sulle strade siciliane dove ha vinto l’aostano Simone Goldoni che sulla Swift Hybrid ha duellato con il catanese Giorgio Fichera che in casa, come nelle altre gare, non ha mai mollato, entrambi hanno respinto gli attacchi del 20enne ossollano Igor Iani. Per la classe R1 altro bel duello chiuso per 1”6 a favore del milanese Davide Nicelli, ma sempre protagonista i nisseni Giovanni Lanzalaco ed Marchica, entrambi su Renault Clio RS.

Duello d’altri tempi è l’espressione più appropriata per il successo nella Targa Florio Historic Rally, il 2° round di Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Ha vinto il valtellinese Lucio Da Zanche con Daniele De Luis alle note sulla Porsche 911 SC RS di 4° Raggruppamento, altri punti preziosi per il leader del tricolore tornato alla Targa da dove mancava dal 2016 ed ha firmato 5 prove. Duello ravvicinato con il il cefaludese Angelo Lombardo anche lui al volante della Porsche 911 di 4° raggruppamento su cui è stato navigato da Harshana Ratnayake, che ha vinto due crono ed ha addirittura rimontato dopo un problema al supporto dello sterzo sulla PS 7 ed ha abbandonato l’attacco alla vetta soltanto quando la gara è finita alla nona prova sulle 10 previste. Sul virtuale podio anche il rientrante palermitano Maurizio Plano di nuovo sulla Porsche 911 con cui si è imposto in 2° Raggruppamento, riuscendo ad avere la meglio su Davide Negri e Roberto Coppa, anche loro su Porsche, piazzati ai piedi del podio assoluto dopo aver vinto la PS 2.  A Palermo anche il successo di 3° Raggruppamento grazie all’esperto Natale Mannino che con Giacomo Giannone hanno capitalizzato il potenziale della Porsche 911 appena ultimata dal Team Guagliardo. Pier Luigi Fullone e Alessandro Failla su BMW 2002 TI hanno ancora una volta dominato il 1° Raggruppamento, interpretando al meglio il tracciato con delle regolazioni decisamente efficaci. 

Nella gara di Coppa Rally di Zona dominatore di tutte le prove è stato l’equipaggio di Caltanissetta composto da Roberto Lombardo e Andrea Domenico Spanò che sulla Peugeot 207  super 2000, preparata in house, hanno vinto tutte e 6 le prove speciali della giornata. Il pilota nisseno del Motor Team Nisseno dopo un iniziale duello con l’agrigentino Licata su Peugeot 208 T16 R5 poi costretto alla resa, ha allungato in testa dominando la classifica. Secondi gli agrigentini Maurizio Mirabile e Calogero Calderone su Skoda Fabia di Classe R5. “Vincere sulle Madonie e iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della gara più antica del mondo è un’emozione incredibile e ci ripaga di tanti mesi di sacrifici. Abbiamo avuto un problema alla trasmissione che siamo riusciti a risolvere in assistenza. Siamo felicissimi, è un’emozione unica” – ha dichiarato il driver nisseno. Per la seconda piazza duello aperto fino all’ultima prova speciale tra gli agrigentini Maurizio Mirabile e Calogero Calderone, contro il romano Fabio Angelucci navigato dal messinese Massimo Cambria sulla nuova Skoda Fabia Rally 2 Evo, entrambi gli equipaggi su Skoda Fabia EVO 2 R5. Testa a testa per varie Prove speciali, infine ad avere la meglio e conquistare il secondo gradino del podio, sono stati gli agrigentini con un vero e proprio colpo di reni. Anche sotto al podio appassionante il duello tra Renault Clio Super 1600 vinto di misura dal palermitano Placido Palazzo sull’agrigentino Domenico Gabriele Morreale, che nell’ordine hanno chiuso la top five di zona.  Con il 6° posto finale il palermitano Giuseppe Tripolino sulla Mitsubishi Lancer ha vinto il gruppo N. 

Classifica 105 Targa Florio: 1 Basso – Granai (Skoda Fabia R5) in 45’54”3; 2 Breen – Louka (Hyundai i20 R5) a 2”3; 3 De Tommaso – Bizzocchi (Citroen C3) a 20”8; 4 Ciuffi – Gonella (Skoda Fabia R5) a 27”4.

Podio Targa Florio Historic Rally: 1 Da Zanche – De Luis (Porsche 911 SC RS) in 46’23”1; 2 Lombardo Ratnayake (Porsche 911 SC RS) a 5”6; 3 Plano – Genovese (Porsche 911 Carrera RS) a 40”8; 

 

07/05/21. De Tommaso su Citroen in testa alla 105^ Targa Florio
Domani, sabato 8 maggio altri 9 crono ed il Traguardo a Termini Imerese per la gara organizzata dall’Automobile Club Palermo valida per il Campionato Italiano Rally Sparco, Campionato Italiano Rally Auto Storiche e Coppa Rally di Zona. Alle spalle del varesino primo leader, Ciuffi su Skoda e Breen su Hyundai.

Palermo 7 maggio 2021 – La Targa Florio è iniziata con la Power Stage “Sclafani Bagni” gli spettacolari 2 KM sulle Madonie, lungo i quali a portarsi provvisoriamente in testa alla gara di Campionato Italiano Rally Sparco sono stati Damiano De Tommaso e Massino Bizzocchi su Citroen C3 R5 con il tempo di 1’45”458. Il miglior tempo sui 2 Km della Power Stage è stato 1’42”338, quello segnato dal belga Vice Campione del Mondo Thierry Neuville con Martin Wydaeghe su Hyundai i20 WRC, la World Rally Car della classe regina del Campionato del Mondo, che insieme alla gemella della squadra ufficiale della casa coreana affidata al norvegese Christian Ole Veiby, fanno classifica a parte alla gara siciliana dove svolgono dei test.
Secondo tempo della classifica tricolore per il fiorentino Tommaso Ciuffi con Nicolò Gonella sulla Skoda Fabia EVO 2 R5,  con un gap di 1”159 entrambi determinati i giovani equipaggi del programma ACI Team Italia. Terzo tempo, a 1”342 dal vertice, per l’irlandese Craig Breen navigato dal belga Louka Louis molto concreto sulla Hyundai i20 ufficiale.

Quarta piazza per il veneto Giandomenico Basso su Skoda, seguito nell’ordine dal corregionale Marco Signor e al toscano Luca Bottarelli su Ford. Settima piazza ad un altro toscano, Rudi Michelini tornato su Volkswagen Polo GTI, che ha preceduto la gemella sulla quale è all’esordio in Targa Salvatore Totò Riolo di nuovo con Maurizio Marin. Sfida subito accesa tra le auto a due ruote motrici con Pier Francesco Verbilli che ha realizzato il miglior tempo con la Renault Clio RS Line di classe R1, poi l’esordio brillante per la nuova Renault Clio Rally4 affidata a Paolo Andreucci, quindi, il leader provvisorio del Campionato Italiano 2 Ruote motrici Christopher Lucchesi, la new entry di ACI Team Italia su Peugeot 208.

Sfortuna per Andrea Crugnola, il varesino della Hyundai che ha dovuto alzare bandiera bianca per una noia al motore durante lo shakedown, ma per il vincitore della Targa Florio 2020 è già certa la partecipazione al Rally Italia Sardegna dal 4 al 6 giugno prossimi.

Domani, sabato 8 maggio giornata per la gara organizzata dall’Automobile Club Palermo, che si arricchisce delle sfide del Campionato Italiano Rally Auto Storiche e della Coppa Rally di Zona oltre che Campionato Siciliano.
Le auto che hanno scritto grandi pagine di motorsport negli anni passati tornano protagoniste sulle strade della leggenda. “Luky” con Fabrizia Pons punta al vertice sulla Lancia Delta 16V Integrale, come il valtellinese Lucio Da Zanche che navigato da Daniele De Luis sulla Porsche 911 difenderà la leadership tricolore, mentre minaccioso per tutti in casa sarà il cefaludese Angelo Lombardo affiancato da Ratnyayake Harshana sempre sulla 911 di Stoccarda di 4° Raggruppamento tra i maggiori protagonisti del campionato, come Ermanno Sordi Maurizio Pagella e Roberto Coppa. Il palermitano Natale Mannino su Porsche 911 di 3° Raggruppamento, il collesanese Pier Luigi Fullone su BMW 2002 punta al 1° Raggruppamento, l’esperto Marco Savioli sulla BMW di  3° Raggruppamento e “Gordon” adesso anche lui sulla M3 bavarese di 4° raggruppamento. Così commenta 
Da Zanche prima della 105^ Targa Florio: “Stupendo tornare sui leggendari asfalti siciliani in una terra che trasuda passione pura per i motori. L’ultima volta per me fu il terzo posto del 2016 in occasione della centesima edizione. Un rally bello e particolare, strade dove è molto importante conoscere le traiettorie. I piloti locali hanno grandi opportunità di mettersi così spesso in evidenza”-.

Nella giornata di sabato 8 maggio saranno tre le prove speciali da percorrere tre volte ciascuna “Tribune” 6,15 Km da Floriopoli a Cerda alle 7.22, 12.51 e 18.20; “Targa” 10,15 Km dalle porte di Cerda fino a Caltavuturo 7.48, 13.17 e 18.46;  “Scillato – Polizzi,” 13,70 Km dal bivio Firrionello fino alle porte di Polizzi alle 8.19, 13.48 e 19.17. Chiusura strade prevista per la prova “Tribune” dalle ore 5.30 alle ore 21; prova “Targa” chiusura strada dalle 5.30 alle ore 21; prova “Scillato – Polizzi” dalle 6.30 alle 21.45. Traguardo dalle 20.45 sul Belvedere di Termini Imerese.

la vettura di Totò Riolo

Inizia alla Targa Florio anche la Coppa Rally ACI Sport di 8^ Zona con ben 77 gli equipaggi in gara per la Coppa Italia Rally di 8^ Zona.  A caccia di punti arriva il romano Fabio Angelucci navigato dall’esperto messinese Massimo Cambria su Skoda Fabia Rally EVO 2 R5, vettura croata di classe regina anche per l’agrigentino Maurizio Mirabile con Calogero Calderone e per il messinese nebroideo Carmelo Galipò, mentre su Peugeot 208 T16 sarà l’agrigentino Andrea Licata. Ci riprova il tenace nisseno Roberto Lombardo su Peugeot 207 Super 2000, vincitore della Targa Florio CRZ 2020 e della Coppa Rally di Zona 2020, come Andrea Nastasi, il trapanese trapiantato a Messina. Tanti i nomi in lizza per la classifica assoluta ma anche per i punti di classe e gruppo, come Giuseppe Tripolino,  Agostino Capraro e Giuseppe Termine sulle Mitsubishi. Tra le due ruote motrici l’agrigentino Gabriele Morreale, il messinese Carmelo Franco Molica navigato dalla laziale Carmen Grandi, sulle Renault Clio Super 1600 come gli agrigentini Placido Palazzo e Giuseppe Di Benedetto, i palermitani di Caccamo Giuseppe Gianfilippo e Salvatore Principato e i cefaludesi Antonio Damiani e Giuseppe Li Vecchi. Due giri sulle prove per il CRZ che taglierà il traguardo a partire dalle 17.31sempre sul Belvedere di Termini Imerese dopo 256,35 Km di gara, di cui 60 suddivisi sulle 6 PS.

Classifica Top ten PS 1: 1. D. De Tommaso – M. Bizzocchi su Citroen C3 in 1’45”458; 2. T. Ciuffi – N. Gonella su Citroen C3 a 1”159; 3. C. Breen – L. Louka su Hyundai I20 NG a 1”342; 4. G. Basso – L. Granai su Skoda Fabia R5 a 1”818; 5. M. Signor- F. Pezzoli su Volkswagen Polo GTI a 2”210; 6. L. Bottarelli – W. Pasini su Ford Fiesta MK2 a 2”403; 7. R. Michelini – M. Perna su Volkswagen Polo GTI a 2”407; 8. S. Riolo – M. Marin su Volkswagen Polo GTI a 2”563; 9. G. Scattolon – G. Bernacchini su Volkswagen Polo GTI a 2”797; 10. S. Albertini – D. Fappani su Skoda Fabia Evo a 3”406. 

 

04/05/21. Sabato e domenica 7 e 8 maggio si corre la 105^ Targa Florio
Con la presentazione della 105^ edizione alla stampa, la gara organizzata dall’Automobile Club Palermo entra nella fase clou del programma. Esaltante il numero di adesioni che con la presenza del team WRC Hyundai Motorsport, l’anteprima mondiale Renault Clio R4, di tutti i big del Campionato Italiano Rally Sparco, del Campionato Italiano Rally Auto Storiche e Coppa Rally di Zona, confermano l’esclusività della corsa automobilistica più antica del mondo

Il programma della 105^ Targa Florio entra nella fase clou. La gara del 7 e 8 maggio organizzata dall’Automobile Club Palermo sarà presentata alla stampa domani, mercoledì 5 maggio alle 11 presso la “Sala Marzio Tricoli” dell’Assessorato Regionale all’Economia a Palermo. Il prestigio della corsa automobilistica più antica del mondo è quanto mai brillante e la Targa Florio si conferma appuntamento di riferimento, come sottolinea la scelta di Renault di presentare per la prima volta in gara la nuova Clio Rally4 affidata al pluri Campione Paolo Andreucci che ha svolto dei test sulle strade della Conca D’Oro per testare l’auto prima del competizione che lo vedrà impegnato tra le 2 Ruote Motrici, categoria di cui detiene il titolo 2020. Pronto a scendere i campo Hyundai Motorsport, il team protagonista del Campionato del mondo rally con due i20 WRC della categoria regina World Rally Car affidate al belga vice iridato Thierry Neuville ed al norvegese Christian Ole Veiby.
 

Ma le leggendarie strade delle Madonie saranno teatro venerdì 7 e sabato 8 maggio saranno teatro del 3° round di campionato Italiano Rally Sparco, 2° appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, prima stagionale per la Coppa Italia Rally di 8^ Zona e per il campionato Siciliano Rally auto moderne e storiche. Le validità e il prestigio dell’evento hanno catalizzato in Sicilia i migliori nomi del rallismo con 195 adesioni pervenute. Esordio sulla Volkswagen Polo GTI per l’idolo di casa Totò Riolo a cui torna a leggere le note in Targa Maurizio Marin, l’equipaggio ha condiviso due successi sulle Madonie nel 2002 e nel 2005. Hyundai i20 R5 seguite direttamente dalla casa ufficiale per il Campione Italiano in carica Andrea Crugnola, ultimo vincitore della Targa Florio nel 2020 e che sarà navigato da Pietro Ometto, poi l’irlandese Craig Breen, attualmente 2° nel CIR Sparco, dopo la vittoria a Sanremo, a sole 6 lunghezze dal bresciano Stefano Albertini, il bresciano affiancato da Danilo Fappani che su Skoda Fabia ha fatto il pieno di punti tricolori al Rally del Ciocco. Altro protagonista sotto i riflettori è Giandomenico Basso, il veneto ottimo conoscitore della gara che affronterà su Skoda Fabia EVO R5 con Lorenzo granai alle note. Sempre Skoda Fabia per due giovani dell’ACI Team Italia come il fiorentino Tommaso Ciuffi con Nicolò Gonella, dopo una coppia presenza in top ten nelle due precedenti gare CIR Sparco, oltre al driver di casa Alessio Profeta navigato da Sergio Raccuia. Altro pilota palermitano in forza alla nazionale italiana è Marco Pollara, il driver di Prizzi quest’anno su Citroen C3 R5 che condivide con Daniele Mangiarotti. Anche la milanese Rachele Somaschini sarà al volante della Citroen C3 R5 navigata da Giulia Zanchetta, in gara per l’iniziativa “Correre per un respiro” in favore della ricerca contro la fibrosi cistica. Su Wolkswagen Polo GTI R5 sarà il toscano Rudi Michelini con Michele Perna, ritorno alla vettura tedesca per l’equipaggio toscano. Su Ford Fiesta Mk2 R5 il giovanissimo bresciano Luca Bottarelli con Walter Pasini. Riflettori puntati tra 2 Ruote motrici, oltre che su Andreucci, il toscano 10 volte vincitore della gara siciliana, il toscano Christofer Lucchesi su Peugeot 208 Rally4, ma attenzione al padrone di casa Filippo Vara che ben conosce strade e Renault Clio come i
coniugi di Cefalù Marco Runfola e Corinne Federighi. Nella Suzuki Rally Cup spicca il nome del catanese Giorgio Fichera che in casa vorrà attaccare il leader torinese Simone Goldoni, entrambi sulla versione Hybrid della Swift Sport

Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche è pronto come sempre ad offrire emozionanti sfide con la Targa Florio Historic Rally, garantite da nomi di spicco come il leader valtellinese Lucio Da Zanche con Daniele De Luis, vincitore a Sanremo, su Porsche 911, “Lucky” con Fabrizia Pons sull’intramontabile Lancia Delta 16V, su Porsche 911 avversario di riferimento è i cefaludese Angelo Lombardo navigato da Harshana Ratnayake, vincitore della Targa Florio Historic Rally lo scorso anno. Tutti protagonisti tricolori annunciati del 4° Raggruppamento, come anche “Gordon” su BMW M3. Certamente attenzione al madonita di Collesano Pier Luigi Fullone che torna minaccioso al volante della BMW 2002 TI insieme ad Alessandro Failla per puntare la 1° Raggruppamento, mentre in 3° Raggruppamento sulla ribalta certamente Natale Mannino su Porsche 911 come il corleonese Antonio Di Lorenzo, Marco Savioli nuovamente sulla BMW 2002 TI. In 2° Raggruppamento spicca il nome del biellese Davide Negri, che navigato da Roberto Coppa sulla Porsche 911 potrebbe assaltare la vetta di cartegoria, ma anche il ritorno al volante del palermitano Maurizio Plano anche lui una 911 di Stoccarda.

Ricca di agonismo la gara inaugurale della Coppa Rally di 8^ Zona, dove a caccia di punti arriva il romano Fabio Angelucci navigato dall’esperto messinese Massimo Cambria su Skoda Fabia Rally EVO 2 R5, vettura croata di classe regina anche per l’agrigentino Maurizio Mirabile con Calogero Calderone e per il messinese nebroideo di lungo corso Carmelo Galipò, mentre su Peugeot 208 T16 sarà Andrea Licata. Ci riprova il tenace nisseno Roberto Lombardo su Peugeot 207 Super 2000, come Andrea Nastasi, il trapanese trapiantato a Messina. Tanti i nomi il lizza per la classifica assoluta ma anche per i punti di classe e gruppo, come Giuseppe Tripolino, Agostino Capraro e Giusepep Termine sulle Mitsubishi. Tra le due ruote motrici l’agrigentino Gabriele Morreale, il messinese Carmelo Franco Molica, tra i principali candidati al successo sulle Renault Clio Super 1600.

Sono 188 le adesioni approvate per gli equipaggi che fino a giovedì 6 maggio svolgeranno le operazioni preliminari, venerdì mattina si svolgerà lo shakedown, il test con le auto da gara, mentre nel pomeriggio alle 15.20 inizieranno le partenze dal parco assistenza presso il Porto di termini Imerese e subito alle 16.20 la power stage “Sclafani Bagni”. Sono 61 gli equipaggi del campionato Italiano Rally Sparco, 48 quelli iscritti per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche e 77 in gara per la Coppa Italia Rally di Zona.

La competizione che si svolgerà senza pubblico nel rigido rispetto delle normative ministeriali e federali per il contenimento del Covid 19 potrà essere seguita dagli appassionati attraverso dirette continue, interviste e approfondimenti in streaming sui canali social di Aci Sport e in televisione su ACI Sport TV (canale 228 Sky) e RAI Sport. Ebbene, dato l’elevato numero degli equipaggi iscritti, il dettaglio con gli orari delle dirette streaming saranno comunicati nelle prossime ore.
L'Automobile Club Palermo comunica che la 105° Targa Florio, manifestazione del 7 e 8 Maggio 2021 si disputerà a A PORTE CHIUSE, come da DPCM del 3 Dicembre 2020.

13/04/21. Due vittorie di classe per la Pol. Real Sports al “4° Rally di Cefalù”

L’esordio della scuderia cefaludese ha visto premiata la linea giovane all’arrivo.
L’equipaggio composto da Salvatore Maggio e Alessandro Catanese hanno conquistato la classe A5 a bordo della loro Peugeot 205 una leadership conquistata a metà corsa e portata fino all’arrivo sul lungomare cefaludese. Un’altra vittoria di classe è arrivata con Gianluca Tudisco e Luca Saverino che con la loro Peugeot 106 di classe N1 hanno gestito in maniera impeccabile una gara che li vedeva chiudere l’elenco partenti. Per il resto quattro sono stati i ritiri amari di altrettanti protagonisti con i colori Real Sports. Partiamo con l’equipaggio Guercio – Saja ritiratosi nel trasferimento dopo la PS “Cefalù 2” mentre erano saldamente secondi in classe A6. Altro ritiro per noie meccaniche nella “Cefalù 1” in classe A5 per Spinosa – Piraino  bordo di una Peugeot 106. Stesso problema per il duo Mazzola – Castrovinci su Grande Punto RSD2.0 fermi alla “Lascari 2”. Amaro in bocca per la coppia padre/figlio formata da Vincenzo e Giovanni Maggio ritiratisi nell’ultima PS “Cefalù 3”, con loro la sfortuna si accanisce definitivamente sulla scuderia facendo svanire anche l’ultima possibilità di piazzamento scuderia in classifica fino a quel momento al secondo posto.
Come scuderia cefaludese ci congratuliamo con i vincitori assoluti di questa quarta edizione, la coppia nella vita e nello sport dei concittadini Marco Runfola e Corinne Federighi che pur non facendo parte del nostro team ci ha resi orgogliosi di essere cefaludesi!
Infine la scuderia dell’A.S.D. Pol. Real Sports desidera  congratularsi con l’organizzazione che ha reso possibile questa gara sfidando e vincendo tutte le difficoltà causate dalla pandemia. (Comunicato)

12/04/21. 4° Rally di Cefalù: la classifica aggiornata a seguito di alcune squalifiche.

A  seguito delle decisioni prese dal Direttore di gara è cambiata la classifica finale del 4° Rally Cefalù Corse. In una nota ufficiale si legge che gli equipaggi numero #1 (Riccardo Arcieri – Paolo Gozzo), #5 (Salvatore Lo Cascio- Michele Castelli), #7 (Alessandro Casano – Mattia Orio) e #8 (Antonino e Mattia Provenza) sono stati esclusi dalla classifica per uscita anticipata dal regime di parco chiuso. La vettura numero #4 di Placido Palazzo e Giuseppe Di Benedetto, giunta sul terzo gradino del podio, esclusa dalla classifica perchè sottopeso. Questa la classifica aggiornata
1° Runfola- Federighi ( Renault Clio RS) in 24’59”4
2° Di Giovanni-Marino (Renault Clio RS) a 30.”8
3° Morreale-Scolaro (Renault Clio Williams) a 35”
4° Nastasi-Rappazzo (Renault Clio S1600) a 46”6
5° Molica-Grandi (Renault S1600) a 1’03”2
6° Lombardo-Spiteri (Renault Clio S1600) a 1”04.3
7° Stellino-Ungaro (Peugeot 208 R2B)1’18”6
8° Riolo-Marin (Peugeot 208 R2B) 1’38”7
9° Viola-Di Pino (Peugeot 106) 1’40”9
10° Gianfilippo – Principato (Renault Clio S1600) 1’42”1

11/04/21. La coppia Runfola - Federighi vince il 4° Rally di Cefalù
M
arco Runfola e Corinne Federighi vincono il 4° Rally di Cefalu' !
Pazzesco: all'ultima prova speciale ex aequo con Lo Cascio con 4.09.3
Una ultima speciale tiratissima con staccate paurose e traversi oltre ogni limite.
Finalmente sfatata la maledizione del rally cefaludese. Runfola vince la gara con solo 2"6 di vantaggio su Lo Cascio, ancora una volta straordinario protagonista.
Dopo la prima PS vinta da Lo Cascio, Runfola dalla seconda PS è passato al comando fino alla fine ma con un vantaggio risicatissimo di 2-3 secondi. Gara avvincente fino al termine. Ecco la foto della  macchina vincente e la classifica dei primi 10.

 

(Da rallytime.eu) Marco Runfola e Corinne Federighi, portacolori della Island Motorsport su Renault Clio R3C hanno vinto il 4° Rally Cefalù Corse, una gara tiratissima risolta all’ultimo metro. Il pilota di casa e la moglie co-pilota toscana, hanno finalmente rotto l’incantesimo che li vedeva protagonisti della gara da loro più amata, ma finora avara di gratificazioni. Sono stati  i più veloci sulle speciali 2, 3 e 4, mentre i nisseni Salvatore Lo Cascio e Michele Castelli sulla Renault Clio Super 1600 non hanno mai mollato ed hanno vinto le speciali 1 e 5. Grande duello con ex aequo sull’ultimo e decisivo crono “Cefalù 3”, per entrambi tempo strepitoso e vittoria all’equipaggio di casa per soli 2,6 secondi di vantaggio. A Runfola – Federighi anche l’ambito “Trofeo Angelo Castiglia” il riconoscimento riservato al miglior equipaggio di casa e dedicato al mai dimenticato pilota.

“Siamo riusciti a vincere malgrado stamani al via fossi teso come una corda – ha commentato a caldo Runfola – Ringrazio Corinne per il supporto e onore agli avversari con cui abbiamo ingaggiato una bella lotta. La mia macchina è stata al top”.

Dopo una sfida altrettanto esaltante a salire sul terzo gradino del podio è stata la coppia palermitana composta dal corleonese Placido Palazzo e dal navigatore di Chiusa Sclafani Giuseppe Di Benedetto, anche loro su Renault Clio S.1600. Appena sotto al podio hanno chiuso il ventenne romano Di Giovanni affiancato da Marino sulla Renault Clio S1600, davanti ai sempre incisivi agrigentini Domenico Gabriele Morreale e Giuseppe Scolaro, che hanno completato la top five dopo aver a lungo combattuto per il podio. Sesta piazza per gli abituali “ospiti” bergamaschi Alessandro Casano e Mattia Iorio, che come di consueto hanno usato l’apprezzata gara siciliana come test verso la stagione per la loro Renault Clio Super 1600 della Twister.

Quarta piazza per il  ventiseienne romano Simone Di Giovanni, su Renault Clio R3C, curata da Ferrara Motorsport con l’esperto Antonino Marino alle note. “Sono soddisfatto di questo mio debutto in Sicilia, non conoscendo le strade devo dire che mi sono adattato subito e gareggiare contro i piloti locali è stato un vero stimolo”.

Bellissimo debutto rallistico per il pistarolo alcamese Adriano Stellino navigato dall’esperto bresciano Elia Ungaro si è aggiudicato la classe R2B su Peugeot  208. Anche loro sono stati autori di un lungo testa a testa con i palermitani Rosario Cannino e Giuseppe Buscemi che hanno dovuto abbandonare sulla 5° prova per noie meccaniche. Gara faticosa per il giovane cerdese Ernesto Riolo, che inizialmente ha dovuto sopperire ha dei problemi che ne hanno ritardato la corsa. É stata comunque per lui una gara di apprendimento in vista della Targa Florio.

Negli altri gruppi, successo in gruppo N per il collaudato equipaggio nisseno Salvatore Farina ed Enzo Catania su Peugeot 106 1.6, mentre in Racing Start hanno prevalso Antonio e Carlo Donato su Renault Clio Sport. (Da rallytime.eu)

 

11/04/21. 4° Rally di Cefalù: la partenza dal lungomare G. Giardina
Inizia il 4° Rally di Cefalù. Dal parco chiuso escono le macchine che andranno a disputare la prima PS di Lascari.
Ecco le foto dei primi partenti

 

10/04/21. Iscrizioni e auto nel Parco Chiuso del lungomare di Cefalù

 

05/04/2021. Rally di Cefalù, oltre 80 equipaggi pronti a darsi battaglia sulle speciali della cittadina normanna
Oltre 80 equipaggi iscritti al Rally Cefalù Corse, gara inaugurale della stagione siciliana. Confermata la presenza del due volte vincitore Salvatore Lo Cascio
Si chiudono con oltre 80 equipaggi le iscrizioni al Rally Cefalù Corse, gara inaugurale della stagione siciliana rally che inizierà sabato 10 aprile con le operazioni preliminari ed entrerà nel vivo con lo start dal Lungomare Giuseppe Giardina della cittadina normanna alle 8.30 di domenica 11 aprile. In programma tre passaggi sulle speciali “Lascari” e “Cefalù” intervallati da due parchi assistenza. Arrivo previsto alle 17.45. Confermate le presenze di Lo Cascio, vincitore delle ultime due edizioni e del beniamino locale Runfola.
Cefalù attende il suo Rally, l’entusiasmo per la manifestazione automobilistica, giunta alla 4°edizione, nonostante l’impossibilità della presenza del pubblico, è palpabile. L’elenco degli iscritti è ancora al vaglio della Federazione, ma è certa la presenza di alcuni dei protagonisti delle precedenti edizioni e di molti altri fra i più performanti piloti siciliani.
Il due volte vincitore della gara
 Salvatore Lo Cascio, torna questa volta al volante della Renault Clio Super 1600, sempre navigato da Michele Castelli e pronto a tentare un fantastico tris consecutivo dopo i successi del 2019 e 2018 (l’edizione 2020 non si disputò causa Covid ndr.). Non poteva mancare, avendo per altro un conto in sospeso con la fortuna, il beniamino di casa Marco Runfola, anche lui al volante di una Renault Clio, ma di classe R3C, al suo fianco la brava Corinne Federighi, l’equipaggio che svetta nella nutrita ed accreditata pattuglia di piloti locali. Con un identica vettura sarà al via l’esperto madonita Filippo Vara in una classe agguerrita con tantissimi equipaggi blasonati.
Disporranno della versione Super 1600 dell’apprezzata “ francesina” il palermitano Riccardo Arceri, il messinese di Gioisa Marea Carmelo Franco Molica, mentre l’agrigentino Domenico Morreale sarà al volante di una Clio Williams Evo A7. Appassionante anche la classe R2B nella quale spicca il nome del giovane figlio d’arte cerdese Ernesto Riolo, che sarà al volante di una Peugeot 208 ed avrà a fianco la garanzia di Maurizio Marin.
Il Rally di Cefalù, come tutte le competizioni in programma in Italia si terrà a porte chiuse, nel rispetto delle normative anti-Covid. Saranno i media, i social e le radio a tenere informati tutti gli appassionati che in tal modo, potranno ugualmente sentirsi vicini ai protagonisti che prenderanno il via dal lungomare Giuseppe Giardina alle 8.30 e saranno impegnati per ben tre volte su due “classicissime“
 prove speciali. Il primo start sulla “Lascari” di 6,5 chilometri sarà dato alle 8.54 e sarà ripetuto alle 12.34 e alle 16.14, mentre i passaggi sulla “Cefalù” di 6,7 chilometri sono programmati dalle 9.52, 13.32 e 17.12 L’appuntamento col palco di arrivo, sul lungomare è fissato alle 17.45. (RallyTime)